Archivi categoria: Corso di aggiornamento professionale

Conflitto: so-stare o scappare? Ottobre 2019

Quanti e quali sono i conflitti presenti nel lavoro sociale? Quanto è diffusa la violenza nei confronti degli operatori sociali e sanitari? Quali le possibili cause? Com’è possibile cogliere primi segnali di rischio? Come prevenirli?

Il percorso formativo si propone di individuare strategie per la gestione alternativa dei conflitti nel lavoro sociale e sanitario con riferimenti specifici al Codice deontologico degli Assistenti Sociali e al vademecum “Indicazioni e strumenti per prevenire e affrontare il rischio di violenza nei confronti dei professionisti dell’aiuto” diffuso dal Consiglio Nazionale Ordine Assistenti Sociali.

La terza edizione del corso si svolgerà nelle seguenti date:

  • Martedì 1 ottobre 2019, ore 9.00 – 14.00
  • Mercoledì 9 ottobre 2019, ore 9.00 – 14.00
  • Mercoledì 16 ottobre 2019, ore 9.00 – 14.00
  • Martedì 22 ottobre 2019, ore 9.00 – 14.00
  • Martedì 29 ottobre 2019, ore 9.00 – 14.00

I modulo – 1 e 9 ottobre – Massimo Puglisi e Roberta Boccato
Le emozioni e le paure degli operatori in situazioni di conflitto: riconoscerle e nominarle. Capire e gestire i conflitti nel loro epicentro. Imparare strategie preventive per difendersi senza aggredire: ipotesi di linee guida con riferimenti specifici al vademecum messo a disposizione dal CNOAS.
Il modulo sarà caratterizzato dall’armonizzazione degli aspetti teorici relativi al conflitto con gli aspetti deontologici del lavoro dell’Assistente Sociale (“Responsabilità dell’Assistente Sociale nei confronti della persona utente e cliente, di colleghi ed altri professionisti, nei confronti dell’organizzazione di lavoro e nei confronti della Professione”) e con le descrizioni del fenomeno partendo dai vissuti degli operatori sociali.

II modulo – 16 e 22 ottobre – Massimo Puglisi
Conoscere e comprendere la propria e le altrui personalità e le reciproche dinamiche comunicative.

III modulo – 29 ottobre – Massimo Puglisi e Roberta Boccato
Analizzare eventi comunicativi specifici in un’ottica di mediazione comunitaria

E’ in corso la richiesta di crediti formativi e crediti di natura deontologica per gli assistenti sociali e crediti ECM per le professioni socio-sanitarie

Quota di iscrizione: Euro 200,00 + IVA

Le iscrizioni saranno aperte a breve.

Servizio sociale di comunità

Corso di formazione per assistenti sociali sul tema “Servizio sociale di comunità: rapporti di collaborazione con il volontariato e il mondo associativo”.

Si propone, partendo da un’analisi delle buone pratiche raccolte attraverso il questionario compilabile a questo LINK, di offrire approfondimenti su:

  • sviluppo di comunità,
  • progetti di empowerment,
  • comunità competente,
  • progettazione partecipata,
  • processi partecipativi e di collaborazione tra istituzione e associazionismo,
  • motivazioni del volontariato,
  • fidelizzazione,
  • la cura della relazione,
  • organizzazione di tavoli,
  • welfare partecipato,
  • punti di forza e di debolezza di un approccio community-oriented
  • altri aspetti correlati all’argomento emergenti dall’analisi dei questionari

Invitiamo gli assistenti sociali a compilare in tempi brevi il questionario linkato, in quanto base di partenza per l’evento formativo.

Conflitto: so-stare o scappare? Marzo-Aprile 2019

Quanti e quali sono i conflitti presenti nel lavoro sociale? Quanto è diffusa la violenza nei confronti degli operatori sociali e sanitari? Quali le possibili cause? Com’è possibile cogliere primi segnali di rischio? Come prevenirli?

Il percorso formativo si propone di individuare strategie per la gestione alternativa dei conflitti nel lavoro sociale e sanitario con riferimenti specifici al Codice deontologico degli Assistenti Sociali e al vademecum “Indicazioni e strumenti per prevenire e affrontare il rischio di violenza nei confronti dei professionisti dell’aiuto” diffuso dal Consiglio Nazionale Ordine Assistenti Sociali.

L’Ordine degli Assistenti Sociali della regione Emilia Romagna ha accreditato l’evento (ID 30704) con:
15 crediti formativi
10 crediti di natura deontologica o di ordinamento professionale

La AUSL di Bologna ha confermato l’assegnazione di 40 crediti ECM per le professioni socio-sanitarie all’evento (ID 3357)

Quota di iscrizione: Euro 200,00 + IVA

In fase di compilazione della scheda di iscrizione, è possibile chiedere di addebitare la propria quota all’ente di appartenenza

Conflitto: so-stare o scappare? La gestione del conflitto nel lavoro sociale e sanitario

L’Ordine degli Assistenti Sociali della regione Emilia Romagna ha accreditato l’evento (ID 26251) con:
15 crediti formativi
10 crediti di natura deontologica o di ordinamento professionale

La AUSL di Bologna ha assegnato all’evento (Codice corso 2547):
40 crediti ECM per le professioni socio-sanitarie

Le iscrizioni al presente corso di aggiornamento sono chiuse. Se è interessato a richiedere una seconda edizione del corso, ci contatti via mail, scrivendo a fondazione@ipsser.it

Legge 173/2015 sulla continuità affettiva: ricadute sui servizi socio-sanitari

family-1266188_960_72026 Settembre 2016 – Ore 9.00 – 18.00

 

  • 8 Crediti formativi per assistenti sociali

  • 8 Crediti ECM per gli operatori socio-sanitari

Quota di iscrizione: € 90,00 + IVA (22 %)

Sconto del 10 % a chi si iscrive entro il 31/08/2016 15/09/2016 (€ 81,00 + IVA)

PROGRAMMA

Sessione mattutina, 9.00 – 13.00

Attaccamenti, legami, significatività e continuità delle relazioni affettive
MARIA CLEDE GARAVINI, psicologa, psicoterapeuta

Il diritto alla continuità affettiva tra famiglia d’origine,  adozione e affidamento
LUIGI FADIGA, Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Emilia-Romagna

Sessione pomeridiana, 14.00 – 18.00

Tutti gli ostacoli che hanno impedito nel tempo l’approvazione di una legge sulla continuità degli affetti per i bambini in affidamento
CARLA FORCOLIN, Presidente della associazione “La gabbianella e altri animali”, pedagogista, scrittrice

Primi effetti della legge 173/2015 nei servizi adozione e affido
CHIARA LABANTI, Assistente Sociale coordinatrice dei Servizi Affido e Adozione di Bologna

Responsabile scientifico
DINA GALLI, Assistente sociale, Docente di Metodi e Tecniche di Servizio Sociale II presso la Scuola di Scienze Politiche dell’Università di Bologna, Docente del Master di I Livello “Tutela, diritti e protezione dei minori” dell’Università di Ferrara